Passa ai contenuti principali

TaaS: Token as a Service (ICO)

Questa ICO è una delle più calde del momento. Da quando è stata lanciata (27 marzo 2017) ci hanno già partcipato 1727 investitori e sono stati raccolti la bellezza di 3.000.000 di dollari pagati soprattutto in criptovalute: maggior parte in bitcoin ed ethereum; è anche possibile investire in dollari.

Questa ICO terminerà il 27 aprile 2017 e i fondatori di TaaS sperano di avvicinarsi il più possibile alla cifra di 9000 bitcoin, capitale che ottimizzerebbe al massimo lo sviluppo di questo progetto.
Iscrivendosi al loro sito e investendo nel loro progetto, in cambio si avranno dei tokens (in italiano gettone). Chi partecipa per prima riceverà dei bonus e riceverà maggiori token. I bonus sono divisi in scaglioni di 1000 bitcoin, ogni volta che si raggiungono 1000 bitcoin i bonus diminuiscono fino ad azzerarsi dai 9000 BTC in su raccolti.
Questo è lo schema completo del bonus:
1000 BTC 25%
2000 BTC  22,50%
3000 BTC 20%
4000 BTC 17,50%
5000 BTC 15%
6000 BTC 12,50%
7000 BTC 10%
8000 BTC 7,50%
9000 BTC 5%
9000+ BTC 0%

A quasi due settimane dall'inizio di questa ICO, sono stati già superati l'equivalente di 2000 bitcoin, quindi attualmente il bonus è del 20%
In tutto ci saranno 101,000,000 tokens e il prezzo di ognuno è di un dollaro.
Per acquistare i suddetti tokens e quindi partecipare al fondo bisogna raggiungere questo sito https://taas.fund/ , cliccare su invest e compilare il form per la registrazione con nome, cognome, email valida e password. Dopo di che accedere con le proprie credenziali e scegliere quanti TaaS acquistare e con quale criptovaluta effettuare il pagamento. Nel frattempo è anche visualizzato il bonus corrente.



Ma come lavora TaaS? Taas è il primo fondo chiuso ad investire in blockchain.
Il 50% dei profitti di questo fondo verrà pagato trimestralmente come dividendo e ovviamente sarà pagato proporzionalmente a seconda di quanti token si possiedono.
Il 25% verrà reinvestito per far crescere il valore dei token.
Il 10% farà parte di un fondo di riserva.
Il restante 15% verrà utilizzato per spese varie (tecniche, sviluppo, legali, pubblicità, ecc...)

Ma quale strategia di investimento si nasconde dietro a questo fondo?
Il fondo investe in criptovalute e verrà supportato dalla piattaforma Kepler. Kepler sarà uno strumento assimilabile alla piattaforma Bloomberg per la finanza tradizionale.
Kepler si occuperà di ricerche di mercato, analisi, obiettivi di investimento, gestione di trading, gestione portafoglio e paper trading.
Il team di TaaS pensa di rilasciare la versione beta del programma entro settembre 2017.

Un altro punto di forza di TaaS è la completa trasparenza grazie alla tecnologia blockchain. Infatti grazie alla blockchain Ethereum è possibile sottoscrivere degli smart contract, quindi un codice pre-scritto, immutabile che controlla il pagamento dei dividendi senza possibilità di un intervento umano. I saldi del portafoglio sono registrati due volte al giorno sulla blockchain Ethereum rendendo impossibile cambiare le attività del passato.

Per tutte le condizioni generale e i dettagli di questa ICO visita il WHITEPAPER

Contatti social: Facebook - Twitter - Slack

Per approfondimenti si può consultare la discussione ufficiale sul forum bitcointalk.org in lingua inglese o in italiano.

Questo è il team che sta dietro a TaaS.

Ruslan Gavrilyuk

Co-Founder, President

Konstantin Pysarenko

Co-Founder, Vice-President

Dimitri Chupryna

Co-founder, Technology & Analytics

Maksym Muratov

Co-founder, Technology & Trading

Andriy Dubetsky

Managing Director

Andrey Zamovskiy

Technical Partner / Chief Blockchain Architect

Oleh Vasylenko

Technical Consultant / Cryptocurrencies

Matviy Zakharuk

Jr Data Analys

Oleksii Matiiasevych

Smart contracts engineer


Scritto da BitBitCoin (bitcointalk.org)




Post popolari in questo blog

Nel 2030 un bitcoin varrà...

500mila dollari!!
Ad avanzare questa ipotesi sono due massimi esperti del settore: Jeremy Liew ceo e fondatore di blockchainJeremy Liew, primo investitore di Snapchat.

I fattori presi in considerazione sono tanti. Sopratutto col passare degli anni e lo sviluppo della tecnologia il pagamento dei contanti viene sempre usato di meno e quando il bitcoin avrà risolto tutti i suoi problemi sarà la moneta digitale d'eccellenza: veloce, sicura e con costo di transazione bassissima.



Anche le rimesse avranno un ruolo importante e attualmente stanno crescendo esponenzialmente soprattutto grazie alle instabilità economiche e politiche di molti paesi.

Ciclicamente qualche esperto o qualche testata esce con una stima di quanto varrà un bitcoin tra tot anni. Si azzardano sempre cifre spesso astronomiche, ma che spesso sono state disilluse dai fatti e certo che da qui a 13 anni cambieranno molte cose. L'unica cosa certa è che negli ultimi 4 anni gli utilizzatori di bitcoin sono aumentati da 40…

Faucet... opportunità o perdità di tempo!?

Quante volte sin da piccoli vi siete sentiti dire: "nessuno da niente per niente!", soprattutto se si tratta di soldi? Eppure sembra incredibile ma ci sono siti (denominati faucet) che regalano soldi. In realtà regalano criptovalute, ma le criptovalute sono a tutti gli effetti assimilabili a denaro contante dato che si possono spendere in siti che li accettano come modalità di pagamento oppure si possono cambiare su appositi siti in euro o in dollari.



Ma allora dove sta la fregatura? Semplice non ci sta! L'unico particolare è che le cifre regalate da questi faucet sono bassissime e per arrivare a cifre significative bisogna passare parecchio tempo su questi siti. Quindi a mio parere i faucet sono consigliati non per scopo di lucro, ma per avvicinarsi al mondo dei bitcoin e dei suoi fratelli; per poter avere tra le mani queste piccole cifre di moneta digitale in modo veloce e quindi avvicinarsi e sperimentare questo mondo in maniera gratuita.

Ma i faucet cosa ci guadagnan…